Autospurghifirenze - Servizio per fosse biologiche Firenze

servizio per fosse biologiche

La fossa biologica dev’essere sottoposta a pulizie regolari per evitare che si riempia e che si presentino di conseguenza i sintomi della fossa biologica piena, ovvero fuoriuscita di liquami dal water, rallentamenti nel sistema di scarico, odori sgradevoli.

Una volta svuotata e rimossi liquami, fanghi, incrostazioni e schiume, si eseguono il lavaggio professionale con getto d’acqua ad alta pressione, il sondaggio delle tubazioni e la verifica finale del funzionamento dell’impianto, mentre i liquami aspirati vengono portati nei centri di trattamento e smaltimento autorizzati.

Si tratta di un’operazione estremamente delicata che richiede l’intervento di personale esperto e di apposite attrezzature.

La pulizia delle fosse biologiche fai da te è infatti sconsigliata perché oltre a poter essere pericolosa, per mancanza di esperienza, rischia di non essere eseguita correttamente, a tutto svantaggio della durata della fognatura statica.

A Firenze la pulizia della fossa biologica può essere richiesta alla nostra azienda spurgo firenze, da anni specializzata nel settore, e disponibile per un eventuale preventivo a seconda delle necessità.

Le fosse biologiche sono vasche interrate in cui si accumulano rifiuti solidi e liquami di scarto, utilizzate soprattutto per le case e i condomini isolati, ove non vi sia un servizio di fognatura dinamica.

Ma come avviene il funzionamento della fossa biologica? Al suo interno i batteri decompongono i rifiuti organici accumulati sul fondo trasformandoli in parti solide e schiume mentre i liquidi vengono immessi all’esterno e poi dispersi sotto il terreno.

Le fosse biologiche consentono lo scarico per sfioramento dalla parte opposta al lato di immissione dei liquidi, questo significa che a differenza del pozzo nero, hanno una condotta di efflusso.

In termini di igiene questa caratteristica rappresenta un vantaggio perché permette di eseguire la pulizia della fossa biologica meno spesso che in altri tipi di fognature statiche, come per esempio i pozzi neri.

Ne esistono due principali tipologie:

  • Prima la fossa biologica tradizionale formata da due compartimenti, il divisorio e il setto verticale. In uno di essi si sedimentano le sostanze pesanti non solubili e fermentano tramite i batteri quelle organiche solubili.

Nell’altro, dove va a finire il liquido in parte chiarificato, avviene la decantazione dello stesso. Questa fossa deve essere sottoposta a regolare aspirazione dei liquami e dei fanghi nonché a rimozione delle incrostazioni e lavaggio.

  • Seconda tipologia è la fossa settica Imhoff, formata da una vasca superiore in cui avviene la sedimentazione, e da una vasca inferiore in cui avviene la digestione anaerobica.

Il refluo chiarificato viene allontanato ancora fresco grazie alla condotta di efflusso e rispetto a quello delle fosse biologiche tradizionali, ha una valore settico più basso, che può essere trattato anche con metodi naturali come la subirrigazione e la fitodepurazione.

Anche questa tipologia di fossa richiede in ogni caso una pulizia regolare.

La fossa biologica non va tuttavia confusa con il pozzo nero, quest’ultimo infatti è un contenitore sotterraneo che raccoglie acque reflue senza però smaltirle e che richiede pertanto una pulizia periodica per evitare che si riempia e non riesca più a contenere nuovi rifiuti.

Per maggiori informazioni clicca qui

Clicca qui per la home page

Clicca qui per servizi

Richiesta preventivo

L'interessato letta l'informativa sotto riportata accetta espressamente la registrazione ed il trattamento dei propri dati che avverrà premendo il tasto 'Invia'.
Leggi l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (Ue) 2016/679